Torta di mele al farro, nocciole e composta di mele cotogne
Preparazione
30 min
Cottura
50 min
Tempo totale
1 h 20 min
 
Ingredienti
  • Per una tortiera da 24 cm di diametro
  • 4 grosse mele , le tue preferite
  • 100 g di zucchero bianco + 4 cucchiai
  • 100 g di zucchero integrale di canna
  • 100 g di burro fuso
  • 120 g di ricotta di mucca
  • 120 g di farina di farro
  • 25 g di latte
  • 3 uova
  • mezzo vasetto di confettura di mele cotogne*
  • nocciole a piacere
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • cannella a volontà
  • il succo e la scorza di un limone bio
  • * potere anche ometterla
Istruzioni
  1. Imburrate e infarinate una teglia, o se preferite foderatela di carta forno precedentemente bagnata e strizzata benissimo.
  2. Accendete il forno a 180° statico.
  3. Sbucciate le mele, privatele del torsolo, affettatele sottilmente e trasferitele in una ciotola con due cucchiai di zucchero e il succo di un limone e tenete da parte.
  4. Mettete in una ciotola ( o nel cestello della planetaria) la farina setacciata con il lievito, i 200 g di zucchero, le uova, il burro fuso, il latte, la ricotta, la cannella, la scorza di limone e lavorate tutto bene con le fruste, fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Se avete forza e pazienza lavorate tutto a mano, caso contrario la planetaria in 3 minuti farà tutto per voi e il risultato sarà eccellente.
  5. Aggiungete i due terzi delle mele nel composto, mescolate bene e trasferite nella tortiera e livellate bene. Aggiungete sulla superficie la composta di mele cotogne a cucchiaiate, formando dei mucchietti sparsi, completate con le nocciole, con le fette di mela rimaste e spolverate tutto con i due cucchi di zucchero tenuti da parte.
  6. Infornate per circa 50 minuti. Verificate la cottura dell'impasto vicino ai bordi con l'aiuto di uno stuzzicadenti. La caratteristica di questo dolce è quella di rimanere molto morbido e anche umido, vista la grande quantità di mele.
  7. Sfornate il dolce e lasciatelo raffreddare nello stampo prima di sformarlo e servirlo.