Carne Secondi piatti

Arrosto di tacchino farcito con bietole, mortadella e provola

14 dicembre 2015

Ieri sera mi sono infilata a letto e ho immaginato di essere una strega. Ero convinta di poter riportare la lancetta dell’orologio a 24 ore prima. Ho chiuso gli occhi e continuavo a ripetere nella mente : “Torna a ieri ! Torna a ieri ! Torna a ieri ! “.

Capirete che grandissima sorpresa è stata per me, stamattina, svegliarmi e realizzare che invece è lunedì, e che il mio piccolo rito magico è miseramente fallito !
E vabbè, pazienza ! Me ne farò una ragione.

E’ che a volte mi convinco di averlo davvero qualche potere magico. E’ da quando ero bambina che mi succede. Penso di aver visto troppi telefilm a tema, e mi riferisco a “Vita da strega” e all’altro…credo si chiamasse “Strega per amore”.

Ma poi, mi tocca necessariamente prendere coscienza del fatto che sono una povera “mortale” (usando il gergo da telefilm) e comune umana, e che non ho nessun potere magico. Niente di niente.

Comunque, per quel poco che è durato, è stato un bellissimo weekend. Uno di quelli in cui cerchi di farci entrare l’impossibile. Non ci siamo mossi da casa, ma abbiamo fatto tante cose.

Una è qui, sotto ai vostri occhi…

Avevo chiesto a Giuseppe di farsi preparare dal macellaio la fesa di tacchino in un solo pezzo, e di farla aprire a libro perché dovevo farcirla. Ecco, però lui li ha ascoltata fino a un certo punto, e cioè fino a “un solo pezzo”. Così, ieri mattina, mi sono ritrovata davanti un arrosto di tacchino, in uno solo pezzo, che avrei dovuto farcire…solo che non era aperto a libro.

Io, la carne, non la so proprio trattare…mi faccio preparare sempre tutto dal macellaio. Così, sono andata alla ricerca del libro di Martha Stewart, quello in cui spiega come fare tutto in cucina, dalla A alla Z. E guarda caso, c’era anche la lezione che serviva a me.
Solo che poi, senza nemmeno leggere la lezione di Martha, il lavoretto l’ha fatto Giuseppe.
E tutto sommato, ci è pure riuscito…solo che in casa non abbiamo un batticarne e così, il nostro “libro” non era proprio perfetto…però, ecco, devo ammettere che ha fatto un buon lavoro e io sono riuscita a preparare l’arrosto farcito.
Evidentemente, mandarlo dal macellaio, in tutti questi anni, è servito a qualcosa, perché guardando, ha imparato come si fa ;)

Così, dopo avervi raccontato cosa è accaduto dietro le quinte , vi dico che questo arrosto è buonissimo. Gustoso e saporito. Grazie al tipo di farcitura, la carne resta tenera e morbida.
E poi, penso che anche questa sia una idea perfetta per il menù delle feste, non trovate ?

Buon inizio settimana amici cari !

Littlest things

M4R_0861-2 M4R_0864

Arrosto di tacchino farcito con bietole, mortadella e provola
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Recipe type: Secondo piatto
Cuisine: Italiana
Ingredients
  • 800 g di festa di tacchino in una sola fetta (aperta a libro)
  • 400 g di bietole ( peso al netto degli scarti )
  • 100 g di mortadella a fette
  • 100 g di formaggio tipo galbanone a fette sottili
  • 100 g di robiola
  • 2 bicchierini di rum ( circa 40 g )
  • 2 cucchiaini di senape
  • 2 cucchiaini di miele di acacia
  • la scorza grattugiata di mezzo limone
  • 1 bicchiere di brodo vegetale
  • 2 noci di burro
  • 2-3 spicchi d'aglio
  • peperoncino q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio evo q.b.
  • rosmarino q.b.
Instructions
  1. Lessate le bietole ( precedentemente mondate e lavate ) in acqua salata e poi saltatele per qualche minuto in una padella con aglio, olio, peperoncino e burro. Tenete da parte.
  2. Srotolate la fesa di tacchino, salatela, pepatela e spalmatela con la senape, il miele, la robiola e la scorza di limone.
  3. Disponete sulla fesa di tacchino le fette di mortadella, le bietole e infine la provola.
  4. Arrotolate bene e legate con uno spago da cucina.
  5. Mettete sul fuoco una pentola idonea alla cottura in forno, aggiungeteci l'olio, il burro, lo spicchio d'aglio e il rosmarino. Quando l'olio sarà caldo, aggiungete l'arrosto e rosolatelo bene su tutti i lati.
  6. Salate, pepate e bagnate con il rum.
  7. Fate evaporare, aggiungete il brodo, coprite e fate cuocere su fiamma bassa.
  8. Dopo un'ora e venti minuti circa, trasferite in forno preriscaldato a 180° e completate la cottura, irrorando l'arrosto, di tanto in tanto, con il fondo di cottura.
  9. Una volta pronto l'arrosto, sfornatelo e lasciatelo riposare 5/7 minuti prima di privarlo dello spago e affettarlo.
  10. Servitelo con delle patate al forno, irrorato con il sugo di cottura.

M4R_0865 M4R_0867 M4R_0869 M4R_0871 M4R_0874 M4R_0880 M4R_0884

Facebook Comments

You Might Also Like

14 Comments

  • Reply Simo 14 dicembre 2015 at 9:15

    riuscire a fotografare ed illustrare una ricetta di carne è sempre difficilissimo…tu sei riuscita in pieno a farmi venir fame anche alle nove di mattina, ci credi?!
    Bacione e buon inizio di settimana cara <3

    • Reply m4ry 14 dicembre 2015 at 9:34

      Simoooo grazie di cuore ! Ti abbraccio forte <3

  • Reply Imma 14 dicembre 2015 at 17:50

    Che dire tesoro é uno spettacolo questo arrosto, mi hai dato una bellissima idea per Natale ma io non ho un marito cosi bravo nel tagliare la carne:-D:-D deve pensarci proprio il macellaio:-D!! Un bacione immenso, Imma

    • Reply m4ry 14 dicembre 2015 at 18:50

      Ahahahah ! Ieri temevo disastri…e invece, è andata meno peggio del previsto ;) Un bacione grande !

  • Reply Silvia Brisi 14 dicembre 2015 at 20:45

    Meraviglia Mary!! Bravissima!!
    Adoro gli arrosti ripieni, questo è proprio golosissimo!!
    Un bacione!

    • Reply m4ry 14 dicembre 2015 at 21:46

      Grazie mille Silvia ! Bacione grande :*

  • Reply luisa 15 dicembre 2015 at 10:51

    tanta, ma tanta roba Mary! adoro le foto del coltello che affetta l’arrosto.. mi da proprio sensazione di casa, di famiglia attorno alla tavola… adoro! un abbraccio tesoro

    • Reply m4ry 15 dicembre 2015 at 17:15

      Grazie mille Luisa <3 Un bacione grande !

  • Reply Mila 15 dicembre 2015 at 11:48

    Beh già che sia andato a comperarti la carne è un bel traguardo, ti garantisco che conosco uomini (x fortuna non mio marito) che non muovono un dito!!!
    E comunque, non sarai brava a trattare con la carne, ma com’è venuto? Immagino fosse buono!!!
    Buona giornata

    • Reply m4ry 15 dicembre 2015 at 17:17

      Sono molto fortunata. Il mio maritino collabora con me al 100%. Posso sempre contare su di lui, per tutto. La carne la so cucinare molto bene, ma non sono capace di “trattarla” nel senso di aprirla a libro e cose così. Ho bisogno che sia il macellaio a farlo per me :) L’arrosto era buonissimo e il giorno dopo, ancora meglio :) Un abbraccio !

  • Reply Veronica 15 dicembre 2015 at 19:29

    Che arrosto gustoso . Complimenti ad entrambi per il taglio è la ricetta. Baci tesoro

    • Reply m4ry 15 dicembre 2015 at 19:55

      Grazie Veronica ! Un bacione a te :)

  • Reply Chicchidimela 16 dicembre 2015 at 17:24

    Ogni tanto penso pure io di avere strani poteri e me ne convinco cosi tanto che quasi ci credo sul serio. In fondo, fantasticare è bello!
    Tu uno però mi sa che c’è l’hai! Perché io qui vedo un arrosto straordinario. Le foto poi, rischio di ripetermi. Sono uniche e davvero belle. Le riconoscerei sai? Sono autentiche proprio per questo! Un abbraccio Mary d a presto

    • Reply m4ry 17 dicembre 2015 at 9:58

      Chissà…magari li abbiamo davvero, solo che dobbiamo imparare a usarli :)
      Un abbraccio e grazie di cuore :*

    Leave a Reply

    Rate this recipe: