Frammenti di vita

I pensieri di una mente incontinente #17…il tempo…

2 giugno 2015

“Io so una cosa per certo: che un tempo oggettivo esiste, ma che esiste anche quello soggettivo, quello che si porta sull’interno polso, proprio accanto alle pulsazioni cardiache. E questo tempo personale, che è poi quello più autentico, si misura in funzione del nostro rapporto con i ricordi. Perciò, quando è accaduta quella cosa strana, e all’improvviso mi sono ritrovato invaso da una serie di ricordi nuovi, è stato come se, per un attimo, il tempo avesse ingranato la retromarcia. Come se, per un attimo, il fiume risalisse la corrente”
Il senso di una fine – Julian Barnes

Dafne's Corner

Già…esiste un tempo oggettivo e uno soggettivo. Io l’ho sempre sostenuto, altrimenti non si spiegherebbe come mai, pur essendo tutti i giorni fatti di 24 ore, a volte hai la sensazione che il tempo non passi, e altre volte, invece, ti sembra quasi di rincorrerlo.
Ecco perché alcuni ricordi sembrano vicini, seppur lontanissimi nel tempo, e altri, invece, magari assai più recenti, ti sembrano finiti chissà dove.

Da cosa dipende ? Dall’intensità con cui viviamo le cose ? Dall’interesse che ci mettiamo ? Dai bisogni del momento ? Dalle sensazioni che ci trasmettono ? Dalle emozioni che ci suscitano ?

Non sono in grado di rispondere a queste domande, perché ancora non l’ho capito e probabilmente non lo capirò mai…ma posso confermare che questo è un periodo in cui il tempo lo rincorro. Oggi è il 2 di giugno, e per me potrebbe essere tranquillamente il 2 di marzo, anzi, preferirei che fosse il 2 di marzo, perché ho come la sensazione di essermi persa un po’ di cose per strada.

Continuo a ripetermi una cosa stupida…e cioè che devo muovermi a preparare le confetture, prima che la frutta di stagione finisca…il fatto è che è arrivata la stagione delle fragole…e poi quella delle ciliegie e ora quella delle albicocche…ma io non me ne sono accorta…
Io sono ferma alle mele, non so se mi spiego…E continuo a ripetermi che c’è tempo…ma è un’illusione bella e buona…

Lo so, ho utilizzato un esempio banale per descrivere il modo in cui mi sento..ma lo descrive perfettamente, e poi, è anche vero…perché queste benedette confetture non le ho ancora preparate…
Detesto sentirmi così, detesto perdere il senso del tempo…detesto non sentirmi “pronta”.
A volte ho paura…mi ricordo di quando mi dicevano che una volta superati i 40, il tempo iniziava a correre via veloce…io non ci ho mai creduto..ma oggi, comincio a pensare che sia vero, e questa cosa mi spaventa, mi intimorisce. Spero che non sia vero. Spero che sia solo una fase della mia via…un momento. Magari è solo uno di quei momenti particolarmente caotici e affollati in cui non riesci a far star dentro tutto, ed ecco che la tua percezione spazio-temporale si altera un po’…
Per una persona come me, che ama godere di ogni singolo istante, sarebbe una punizione atroce quella di vedersi portare via il tempo…perché più il tempo passa in fretta, e meno ti accorgi di ogni singola sfumatura.

Più il tempo passa in fretta, e meno riesci a fermare nella tua mente le cose, perché non ne hai il tempo…e perdonatemi la ripetizione.

Ci sono ricordi che vorrei riuscire a custodire intatti, sempre, così da trarne conforto nei momenti in cui ne avrei più bisogno…e invece li perdo. Me li sto perdendo….

Vorrei ricordare perfettamente tutto ciò che è accaduto ieri…almeno alcune cose…mi accontenterei di una cosa…ma mi sembra di averla già persa…

Confido in oggi, in questo nuovo giorno…voglio sperare che da oggi qualcosa cambi…certo, il tempo non lo si può fermare, non torna indietro, ma magari se mollo l’acceleratore e provo a schiacciare un po’ il freno, riesco a rallentarlo, almeno un pochino.
Io ci provo e vediamo che succede…che poi, tentar non nuoce ;)

The blower’s daughter

Facebook Comments

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply Silvia Brisi 2 giugno 2015 at 14:32

    Ci sono periodi un po’ così, in cui non si riesce a star dietro alle cose, ma passano e poi si torna a stare sul pezzo di tutto!! Un abbraccio e buona festa, goditela!!

    • Reply m4ry 2 giugno 2015 at 19:25

      Penso di aver già ricominciato, sai ? Quando scrivo..quando riesco a buttare fuori ciò che mi “tormenta”, all’improvviso tutto mi sembra più chiaro, più a fuoco…e io, comincio a rinascere…
      Ti abbraccio e grazie :*

  • Reply L' Alligatore 2 giugno 2015 at 18:36

    No, no, ho i tuoi stessi anni, e ti dico che non è così, che tutto, come il tempo, è relativo. Credo che la nostra epoca, mordi e fuggi, sia così, e ci costringa a correre in modo stupido senza goderci l’attimo. Ma la nostra epoca è da battere, e so che tu hai gli anticorpi ideologici (parola forte, ma da usare), per batterla e cogliere l’attimo (come ci ha insegnato quel film…).

    • Reply m4ry 2 giugno 2015 at 19:23

      Amico mio…avevo proprio bisogno di parole come queste…è come dici tu..è un periodo, un momento..ti dirò che oggi mi è scattato qualcosa dentro, e già questa giornata, a prescindere dal fatto che sia un giorno festivo, sta scivolando via diversamente. Io vivo di attimi…amo gli attimi..e voglio ricominciare a goderne come ho sempre fatto. Sono e devo essere più forte io di tutto il resto.
      Ti abbraccio, e ancora grazie <3

  • Reply saltandoinpadella 4 giugno 2015 at 17:43

    A volte mi capita di arrivare a sera pensando di non aver combinato nulla. Ma con gli anni ho capito che sono le piccole cose che hanno più valore, è importante non perdersi i piccoli momenti belli della vita che ci capitano tutti i giorni, anche le cose banali che diamo per scontate.

    • Reply m4ry 4 giugno 2015 at 20:02

      Già, è proprio così..a volte bisognerebbe riuscire a fermarsi un attimo e rendersi conto che ci si sta facendo risucchiare…bisognerebbe riuscire a cambiare il passo, e ritrovarsi pian piano…godendo di più delle piccole cose, che poi sono quelle che ci danno un senso vero…

    Leave a Reply