Frammenti di vita

La mia colonna sonora di oggi…A mano a mano

15 marzo 2015

E a mano a mano mi perdi e ti perdo
e quello che è stato mi sembra più assurdo
di quando la notte eri sempre più vera
e non come adesso nei sabato sera

Ma dammi la mano e torna vicino
può nascere un fiore nel nostro giardino
che neanche l’inverno potrà mai gelare
Può crescere un fiore da questo mio amore
per te

A mano a mano

C'era una volta un tulipano

C’era una volta un tulipano

In piedi dalle 8, in dormiveglia dalle 7…una canzone nella mente, ma non da oggi, è una settimana ormai. L’ho ascoltata un numero imprecisato di volte, e ancora non mi basta. Una canzone che non conoscevo, e che ho scoperto grazie al film di Ferzan Ozpetek, “Allacciate le cinture”. Devo dire che questo film, oltre ad avermi lasciato qualcosa di veramente forte da un punto di vista emozionale, mi ha anche regalato una canzone di cui mi sono perdutamente innamorata. Documentandomi un po’, ho scoperto che la canzone è di Cocciante, ma io sono rimasta folgorata dell’interpretazione live di Rino Gaetano. Era il 1981 e la RCA aveva indetto un Qconcert, a cui parteciparono molti artisti, tra cui Rino Gaetano, che cantò “A mano a mano”, per la prima e unica volta, modificandone appena il testo. Di quel concerto è stato registrato un disco, che si chiama, appunto, Qconcert. Questa canzone per me è una perla. Meraviglioso il testo, meravigliosa l’interpretazione di Rino : intensa ma leggera. Canzone perfetta per chiudere un film come “Allacciate le cinture”. Film che nonostante mi abbia fatto piangere per due giorni di seguito ( ve lo raccontavo qui ), mi sono rivista per la seconda volta venerdì sera. Forse Valentina ha ragione quando mi dice che sono un po’ masochista….ma che ci posso fare ? Sono una donna di sentimento io. Sono sensibile ed emotiva, e probabilmente ciò che per gli altri è semplicemente commovente, per me diventa “devastante”. Allora, forse, c’è in me qualcosa che “non va”. Sono io che vivo le esperienze con troppa intensità. Forse, è la mia percezione della realtà ad essere amplificata. Sono io che provo sentimenti e sensazioni “straordinari”. Sono io impetuosa e tumultuosa. Sono fatta di andate e ritorni tanto, troppo forti. Sono io che amo al doppio, rido al doppio, piango al doppio, gioisco al doppio, mi preoccupo al doppio, dono attenzioni al doppio…insomma, con me, vale la regola del “prendi una, ma porti via due”, un po’ come il fustino del Dash ;)…e poi ci aggiungerei anche un “maneggiare con cura” :)

Buona domenica, qui splende un sole bellissimo..e sembra proprio primavera :)

A mano a mano

Facebook Comments

You Might Also Like

11 Comments

  • Reply L' Alligatore 15 marzo 2015 at 13:09

    Non amo Cocciante, ma Rino Gaetano sì, un sacco, anche se non mi ricordo quella canzone nel film di Ozpetek … andrò a cercarla.

    • Reply m4ry 15 marzo 2015 at 13:17

      L’ho linkata sotto al post la canzone. Nel film la canzone scorre sulle scene finali. Anche io non amo Cocciante, e infatti, questa canzone, cantata da lui, non ha la stessa forza e la stessa intensità…Rino, è Rino !
      Un abbraccio :)

  • Reply Audrey 15 marzo 2015 at 15:16

    Ciao Mary,
    adoro questa canzone e devo dirti che anche il film mi piace molto. Dopo averlo visto ho anche pensato che non potevano scegliere colonna sonora migliore ;)
    un abbraccio e buona domenica :*

    • Reply m4ry 15 marzo 2015 at 16:54

      Infatti…assolutamente perfetta :) Un bacione :*

  • Reply Dario 15 marzo 2015 at 16:04

    Beh, che dire… beata te! I sentimenti, anche quelli dolorosi, diventano sempre più importanti soprattutto quando alcuni la vita non sembra più in grado di regalarteli (non sempre tutti sono presenti). E allora ben vengano quelli regalati da un film, da un libro, dalla musica, in fondo è per questo che queste cose le amo tanto…

    Spero di essere riuscito a commentare con questo nuovo sistema…

    • Reply La Firma Cangiante 15 marzo 2015 at 16:06

      Ecco, forse ora è più chiaro chi io sia… :)

      • Reply m4ry 15 marzo 2015 at 16:57

        Si, in un certo senso mi ritengo fortunata….riesco a vivere tutto con grande intensità…che si tratti della vita vera o di un libro, un film, una canzone…

        Il mio blog ora è su una nuova piattaforma, ecco perché tutto è un po’ diverso…perché non ti fai un gravatar ? Così le prossime volte riesco a vedere anche la tua faccina :)

        Un abbraccio e buona domenica !

  • Reply Silvia 15 marzo 2015 at 19:05

    Mi sembri me, a volte ho bisogno di sentirle forti e travolgenti le emozioni, credo che sia per questo tu lo abbia rivisto <3

    • Reply m4ry 15 marzo 2015 at 19:24

      Esatto, è proprio così..quasi un modo per mettersi alla prova..
      Ti abbraccio <3

  • Reply Silvia Brisi 15 marzo 2015 at 20:36

    Devo vederlo questo film!!!!
    Bacio!!

    • Reply m4ry 15 marzo 2015 at 20:54

      Si, devi ! :)

    Leave a Reply